menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dal Comune stop all'inceneritore. Iren: "Ci tuteleremo", Gcr festeggia

Viero, ad di Iren, ricorda che la città è pulita perchè i rifiuti di Parma vengono portati nelle altre province. L'associazione Gcr: "Il popolo della salute oggi si ritroverà a Ugozzolo. E' il momento del ko"

comune-di-parma-piazza-garibaldi-1_2IL COMUNE
L’Amministrazione Comunale, dando seguito all’esposto presentato da alcuni cittadini sul termovalorizzatore, ha accertato che la procedura risulta carente del permesso di costruire di cui Iren, in quanto soggetto privato, avrebbe dovuto munirsi prima dell’inizio dei lavori, come deliberato dalla Provincia di Parma, ente responsabile del procedimento.

Infatti, in sede di Conferenza dei Servizi, presieduta dalla Provincia di Parma, il Comune di Parma non ha espresso parere favorevole sulla conformità urbanistica perché non era in condizione di esprimerlo dal momento che la variante urbanistica era in corso di approvazione, ma non definitivamente approvata.
Per questa ragione, la Valutazione di Impatto Ambientale, prodotta dalla Conferenza dei Servizi, non può ritenersi sostitutiva del permesso di costruire.

Successivamente alla chiusura della Conferenza dei Servizi, né il soggetto attuatore, Iren, né l’ente responsabile del procedimento, la Provincia di Parma, si sono attivati rispettivamente per richiedere o per controllare che il permesso di costruire fosse stato richiesto al Comune, né conseguentemente rilasciato. Tale documento infatti ancora manca.

Fermo restando che il Comune non può attestare la regolarità di tutti i passaggi amministrativi di un iter di cui sono altri  gli enti responsabili, per quello che riguarda le sue strette competenze, il Comune ritiene oggi di dover intervenire sospendendo in via cautelativa i lavori. Oggi è stata protocollata l’ordinanza di sospensione dei lavori ai sensi dell’articolo 4 della legge regionale 23/2004, e domani sarà spedita una raccomandata con ricevuta di ritorno ad Iren e per conoscenza alla Provincia di Parma.iren-andrea-viero

IREN
Iren Ambiente prende atto del provvedimento di sospensione dei lavori di costruzione del termovalorizzatore assunto dal Comune di Parma". E, convinta della "correttezza e trasparenza dell'iter seguito per il rilascio delle autorizzazioni necessarie alla realizzazione", annuncia "tutte le azioni necessarie a tutelare la propria immagine, i propri interessi, anche in termini di danni economici derivanti dal provvedimento". In una nota, la multiutility rileva che le procedure autorizzative vengono definite "dagli Enti e dalle Istituzioni competenti, in primis il Comune di Parma. 

Stupisce, inoltre, come agli stessi Enti ed Istituzioni che hanno condotto e portato a termine il procedimento autorizzativo, siano stati necessari quasi due anni per rilevare mancanze autorizzative". "Dopo tanti tentennamenti - sottolinea l'ad di Iren Ambiente, Andrea Viero - si giunge ad una presa di posizione da parte del Comune di Parma che permette di confrontarsi in uno scenario in cui ciascuno si assume le proprie responsabilità". "Ci auguriamo - prosegue - che agli Amministratori e ai Cittadini non sfugga il fatto che la città di Parma, e gli altri centri urbani della provincia godono di condizioni di pulizia e decoro perché tutti i rifiuti prodotti in questo ambito vengono esportati in altri territori".

Soluzioni di lungo periodo per lo smaltimento dei rifiuti, precisa Viero, "non competono al Gruppo Iren, ma alle Istituzioni che si assumono, anche con questo provvedimento, la responsabilità di individuare le modalità ed i canali attraverso cui smaltire i rifiuti della provincia di Parma". Iren Ambiente, dal canto suo, "rimarrà in attesa di indicazioni da parte delle Istituzioni locali su come garantire lo smaltimento".

L'ASSOCIAZIONE
Il primo di luglio diventa una data anniversario, che festeggeremo ogni anno con reverenza". Così l'associazione Gestione Corretta Rifiuti commenta in una nota lo stop ai lavori per il termovalorizzatore di Parma. "Oggi - annuncia - il popolo della salute si ritrova a Ugozzolo al capezzale dell'impianto": "Batte forte il cuore di Parma e tra poche ore il luogo simbolo della sconfitta si trasformerà in una grande festa". L'associazione plaude così alla decisione del Comune: "L'arbitro finalmente ci ha messo sullo stesso piano e lascia che i colpi arrivino da ogni direzione, senza mettersi in mezzo e cercare di frenare la nostra foga. E' il momento del ko, anche se il risultato non è scontato". I lavori, al momento, sono solo sospesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Attualità

Vaccino Moderna: Sda consegna oggi altre 21.600 dosi

Attualità

Cgil: assemblea per far ottenere i rimborsi ai rider

Ultime di Oggi
  • Sport

    Juventus-Parma LE ULTIME | C'è Colombi in porta, Gervinho con Pellè e Man

  • Cronaca

    Covid: 67 nuovi casi e 3 morti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento