king racing team vince con vacondio il titolo, brindani e boselli out, bene cipolla, mattioli e pezzi, marcheluzzo proiettato gia' all'ultima del civ

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Si è conclusa, questo weekend al Mugello Circuit, la stagione 2016 del Campionato Italiano Amatori per il King Racing Team con la strabiliante incoronazione di Yuri Vacondio nella categoria 1000 Pro. L'alfiere del King Racing Team si era presentato all'ultimo round con un vantaggio di ben 200 punti, correre è stata solo una pura formalità sulla conquista del titolo. Con sei podi assoluti su sette gare in programma il pilota, classe 1972, riceve il titolo di nuovo campione italiano sul secondo gradino del podio. Alle sue spalle Thomas Mattioli in una gara in rimonta che chiude all'undicesimo posto, dopo aver conseguito il suo best lap nelle qualifiche di sabato. Un ottimo passo avanti per il rider #33 che in pista trova sempre il modo di divertirsi.

Nel Trofeo Amatori Avanzato 100, a seguito della caduta di Giacomo Brindani al primo turno di prove con conseguente rottura della spalla e ritiro, è Davide Pezzi l'unico portabandiera al King Racing Team. Caduto nei due giri di ricognizione previsti per pista bagnata, l'alfiere #26 riesce a rialzare la moto e riprendere posto in griglia di partenza, nonostante un forte dolore al polso. Il pilota, classe 1988, si porta subito in vetta alla corsa a fine del primo giro e non la lascia fino al passaggio sotto la bandiera a scacchi. Il dolore passa in secondo piano quando la volontà di primeggiare è troppo forte e così è stato. Dolore al polso che è stato poi confermato da una piccola frattura a prova del coraggio e della determinazione del reggiano avuta in gara.

E' Giancarlo Cipolla, classe 1965, a portare la sua Honda CBR 600 RR by KRT nelle vicinanze del podio, chiudendo in quinta e sesta posizione nel doppio round della categoria 600 Base. Il parmense è migliorato molto durante tutto l'arco della stagione dimostrando che anche a cinquant'anni ci si può divertire ed essere competitivi in pista.

Weekend sfortunato invece per Stefano Boselli, iscritto alla classe 600 Pro. Il reggiano #5 viene da una stagione molto difficile e anche all'ultimo round i problemi sulla sua Kawasaki si sono fatti sentire. Il più giovane del Team chiude sfortunatamente con uno zero in round finale.

Prossimi all'ultimo Round anche del National Trophy, in programma il 9 ottobre sul medesimo circuito, Marco Marcheluzzo scende in pista anche nel Campionato RR Cup. Sesto in griglia di partenza chiude ai piedi del podio assoluto e terzo nella categoria delle wild card, con solo i due turni di qualificazioni alle spalle. Dati importanti in vista della gara del National Trophy classe 1000 SBK in cui in questo momento milita in settima posizione a 34 punti.

Torna su
ParmaToday è in caricamento