Scuola in Ospedale: arrivano nuovi arredi 'firmati' Cral Tep per i bimbi ricoverati

Il Cral Tep, insieme alla Carrozzeria Bolzoni e con il contributo delle associazioni VOB, ha trasformato la stanza riservata alla Scuola in "aula" completando l'arredamento della sede interna alla Degenza Comune

La sede della Scuola in Ospedale ha oggi mobili colorati, capienti e idonei alla funzione. Grazie alla generosità del Cral Tep, insieme alla Carrozzeria Bolzoni e con il contributo delle associazioni VOB (Volontari Ospedale dei Bambini), la stanza riservata alla Scuola è stata trasformata in “aula”.
 
“Le donazioni del Cral Tep – ha detto il presidente Fausto Castelli – sono a nome di tutti gli associati, che partecipano con entusiasmo ai numerosi progetti solidali che sosteniamo, anche all’estero, spesso rivolti a bambini in difficoltà. Voglio ringraziare il nostro partner d’eccezione, Maurizio Bolzoni, sempre al nostro fianco con generosità”.
 
Negli spazi al terzo piano dell’Ospedale dei Bambini, la Scuola in Ospedale raccoglie il materiale didattico, riceve gli studenti che possono allontanarsi dalla camera di degenza ed effettua i colloqui con i genitori. Ma soprattutto, in questa postazione distaccata dell’Istituto Comprensivo Ferrari, un telefono dedicato collega la sezione ospedaliera con le scuole di provenienza degli alunni ricoverati. Questa linea telefonica è il filo di continuità con l’ambiente scolastico dell’alunno: contribuisce a mantenere vivo il contatto con insegnanti e compagni di classe e consente la prosecuzione del processo di apprendimento. Per i pazienti e le loro famiglie in molti casi “continuare ad andare a scuola” è uno sguardo fiducioso al futuro, capace di rinforzare la speranza di guarigione.
 
“Con grande sensibilità – ha detto Pietro Vitali, dirigente medico della Direzione Sanitaria dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma – il Cral Tep, il signor Maurizio Bolzoni e le associazioni riunite nel VOB hanno voluto rendere più efficiente questo ambiente dedicato alla scuola. Li ringraziamo per la loro attenzione ai nostri pazienti più fragili, che fortunatamente sono affiancati da insegnanti che lavorano con il cuore”.
 
La Scuola in Ospedale
È istituita dal Ministero della Pubblica Istruzione. A Parma la scuola primaria (elementare) in ospedale è attiva dal 1950; mentre dal 1995 l’Istituto Comprensivo Ferrari ha introdotto anche la sezione di scuola secondaria di primo grado (media). In continuità con gli anni precedenti, anche per l’anno scolastico 2013-2014 sono 8 le insegnanti: 4 per la scuola primaria e 4 per la scuola secondaria di primo grado. Per la scuola secondaria di secondo grado (superiore) è attivo il progetto Concordia Magistra Vitae, che si avvale di 15 insegnanti volontari delle scuole superiori del territorio. Ogni anno la Scuola accompagna nel percorso di apprendimento oltre 800 studenti ricoverati.
L’obiettivo dell’attività didattica è garantire a tutti i bambini e ragazzi presenti all’interno dell’ospedale il diritto all’istruzione, nonostante l’impossibilità momentanea a frequentare la scuola di appartenenza. All’interno dell’ospedale di Parma la Scuola è attiva anche in altri reparti specialistici: Ortopedia e Clinica ortopedica, Rianimazione, Medicina d’Urgenza, Centro Ustioni e Medicina Riabilitativa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento