Duecento giovani devastano il Liceo Sanvitale

Irruzione nella scuola in occasione della Festa delle Matricole: quadri e tavoli devastati, rubati i cellulari. Le auto dei professori sono state rigate

Il tradizionale appuntamento goliardico della Festa delle Matricole si è trasformato in un occasione per diversi ragazzi, circa 200, di entrare all'interno di alcuni istituti scolastici, tra cui il Liceo Sanvitale, l'Itis e l'Istituto Giordani per fare danni e danneggiamenti alle strutture. La situazione più pesante si è verificato al Liceo delle Scienze Umane: verso le ore 9 di ieri, venerdì 7 aprile, circa duecento giovani sono entrati all'interno dell'edificio scolastico ed hanno devastato ciò che gli si presentava di fronte: quadri, tavoli. Hanno colpito le porte a vetri con calci e pugni ed hanno rubato sette cellulari, che si trovavano sulla cattedra di un insegnante. Prima di andarsene hanno anche fatto in tempo a rigare le automobili di alcuni professori. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Nuovo Dpcm entro il 9 novembre: stretta sulla attività commerciali e gli spostamenti interregionali

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Da Piazza della Pace a Piazza Garibaldi: anche Parma protesta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento