franco e stefania un atto d’amore verso i malati di fibrosi cistica

La storia di due fratelli, Stefania e Franco e il loro gesto di solidarietà verso la LIFC Emilia, riesce a trasmette quel calore che solo il donare incondizionato e sincero può dare.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Una bella storia di solidarietà quella che vede protagonista una coppia di fratelli di Parma, Stefania e Franco, che hanno deciso di offrire un'importante donazione alla Lega Italiana Fibrosi Cistica Emilia, finalizzandola ai servizi di cura della malattia e qualità della vita del malato, due degli aspetti che l'associazione da 30 anni porta avanti con impegno e dedizione.

La Storia che raccontiamo oggi, è una vicenda che affonda le radici nel passato e che è il frutto di intrecci di esperienze, incontri, passione e amore.

Partiamo dal principio: Stefania e Franco venendo a conoscenza attraverso i racconti della maestra Marzia Contini, che ha prestato per undici anni servizio presso la "Scuola in Ospedale" della Clinica Pediatrica dell'Ospedale di Parma, delle storie dei ragazzi ricoverati, in particolare dei ragazzi affetti da Fibrosi Cistica, hanno deciso di offrire solidarietà concreta attraverso una ingente donazione. Le storie che hanno sensibilizzato i due fratelli sono raccolte in un libro scritto dalla Maestra Marzia, poi editato con il titolo "Giovannino e Giovannina". L'insegnamento di questa maestra speciale ha, quindi, dato buoni frutti facendo germogliare una bella storia di solidarietà.

Stefania e Franco, i fratelli protagonisti del grande atto di generosità di oggi, sono i cugini di Marzia, da lei coinvolti emotivamente verso questi giovani malati di fibrosi cistica, che fin da piccolissimi necessitano di controlli ambulatoriali frequenti e che spesso affrontano le sfide con positività e fame di vita. Per questo i due fratelli,con grande generosità, hanno deciso di fare qualcosa di concreto, una importante donazione finalizzata ad uno scopo preciso: l'inserimento presso il Centro di Cura Fibrosi Cistica di Parma di una figura necessaria, dedicata proprio ai pazienti FC. La donazione, infatti, è destinata all'attivazione di un contratto biennale per una figura di fisioterapista, all'interno del Centro di Cura FC. Ed è così che grazie ad un gesto, in questo caso dalla portata eccezionale, pubblico e privato fanno rete per il bene comune.

A ricevere la donazione la Presidente Lifc Emilia Brunella Bonazzi, i volontari dell'associazione arrivati da tutta l'Emilia e in rappresentanza del centro di cura la Dr.ssa Giovanna Pisi, Direttore Responsabile del Centro Regionale in Emilia, di Diagnosi e Cura della Fibrosi Cistica presso Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma. Tutti si sono stretti in un grande abbraccio verso questi due fratelli con grande affetto e riconoscenza! Franco e Stefania dimostrando tanta generosità e umiltà hanno offerto la loro donazione ringraziando l'Associazione per l'impegno che mette quotidianamente da 30 anni nella lotta alla malattia.

La Presidente, Brunella Bonazzi, ha dichiarato: "Lo slogan della LIFC è: solo un emozione mi lascerà senza fiato. E quando ho saputo di questa donazione sono rimasta davvero senza fiato. La gratitudine è tanta anche perché i fondi saranno utilizzati come richiesto da Franco e Stefania per un progetto concreto e utile per il Centro di Cura. Donazione che arriva inoltre in un momento speciale per l'Associazione che quest'anno compie 30 anni e questa è un'ulteriore dimostrazione che INSIEME SI PUO'"

La storia di Marzia e dei ragazzi affetti da fibrosi cistica, il gesto di Stefania e Franco devono essere di ispirazione per tutti noi: sono atti d'amore che portano solidarietà concreta laddove se ne sente il bisogno.

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento