sul palco del teatro aurora di traversetolo sabato arriva la famija pramzana

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Una serata all’insegna del divertimento quella di sabato 7 ottobre al Teatro Aurora di Traversetolo. Alle 21 è infatti in programma l’esilarante commedia “Argént viv” della storica compagnia dialettale Famija Pramzana. L’argento vivo si trova nelle vene del maturo ma sempre arzillo Titta Gramola. Pur avendo un paio di figli in procinto di sposarsi, perde la testa per ogni gonnella gli capiti a tiro. Per questa sua reputazione di donnaiolo rischia di mandare a monte il fidanzamento dei figli tanto più che l’ultima sua avventura galante ha avuto un seguito clamoroso e preoccupante. Dopo vari episodi spiacevoli l’inguaribile don Giovanni trova abilmente il modo di sistemare le cose. Ne escono quindi spassose situazioni, incomprensioni, scambi di identità e gag comiche per oltre due ore di risate. Una commedia in tre atti di Silvio Zambaldi, messa in scena per la prima volta al teatro Filarmonici di Milano il 20 settembre 1919. Adattata in dialetto parmigiano da Saturnino Giampepe è stata ora riadattata e attualizzata dalla Famija, guidata da Franco Greci (regista e protagonista nei panni di Titta Gramola). In scena anche Tiziana Reggiani, Marina Dallatomasina, Claudio Manghi, Ilaria Corradi, Cesare Quintavalla, Maurizio Landi, Ilenia Pessina, Luigi Comelli, Roberto e Luca Beretta. Per informazioni e prenotazioni si può contattare il numero di cellulare 347.2781403, visitare il sito web: www.teatroaurora.com (dove è possibile prenotare i biglietti) o anche la pagina facebook dedicata. Iscrivendosi al sito è anche possibile ricevere una newsletter informativa sui singoli spettacoli.

Torna su
ParmaToday è in caricamento