l’ultima di joseph è a collecchio

Sarà il Teatro Crystal sabato 27 aprile alle 21 a salutare, per l’ultima volta, il musical che ha lanciato gli ArtistiSenzaNome e che ha fatto cantare e ballare tutta la famiglia nelle sue numerose repliche

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

“Il mio racconto ti trasporterà nel mondo perso tra sogno e realtà... Tutti i sogni tuoi, sono veri se lo vuoi… con la storia di un ragazzo che fu re, uno come te…”. E’ con questo incipit che la narratrice ci introduce nel celebre e sfavillante musical “Joseph e la strabiliante tunica dei sogni in technicolor”, scritto dal pluripremiato duo Andrew Lloyd Webber e Tim Rice, che gli ArtistiSenzaNome porteranno in scena per l’ultima volta sabato 27 aprile alle 21 al Teatro Crystal di Collecchio. Uno spettacolo adatto a tutta la famiglia che ha “lanciato” il gruppo parmigiano nel 2006 e che dopo un lungo e fortunato tour, è tornato a grande richiesta con tappe da tutto esaurito nei mesi scorsi. In scena la storia biblica di Giuseppe venduto dai fratelli che rivive con passione in queste nuove date riproposte tra il 2018 e il 2019, in occasione del cinquantesimo anniversario dalla prima stesura della partitura. Un musical che nelle numerose rappresentazioni ha divertito ed è rimasto nel cuore dei tanti spettatori, non solo parmigiani, che lo hanno visto e rivisto più volte. Guidato da Emanuele Valla, lo spettacolo è cantato dal vivo nella spumeggiante versione italiana di Simone Giusti, Franco Travaglio e Mara Mazzei e presentato su licenza Really Useful Group London. Sul palco Mattia Tagliavini, nel ruolo del protagonista, con Stefano Pedrona, Achille Maini, Alice Monica e Laura Larini che fanno parte del cast originale. E insieme a loro nuovi ragazzi, perché negli anni la grande famiglia ASN si è arricchita di nuove leve contagiate dalla “fabbrica di idee e di sogni” racchiusi nella mente di Valla che, mese dopo mese, anno dopo anno, sono diventati lavori differenti, nuovi traguardi. Oggi, come allora, la forte unità, amicizia e complicità di questo gruppo è immediatamente percepibile negli sguardi e nei movimenti che catturano in ogni istante l’attenzione dello spettatore, coinvolto in un vortice di emozioni e momenti di grande musica che accompagnano la narrazione della storia di Giuseppe. Una storia fatta di perdono e coraggio, narrata attraverso tutti i generi musicali dal rock’n’roll, passando attraverso una parodia di ballate francesi o a ritmi country-western, fino ai ritmi caraibici con canzoni molto orecchiabili (su tutte Any dream will do, il leitmotiv Ogni sogno diverrà realtà), in un connubio tra classico e moderno che trasforma una storia dai valori universali in un frizzante e divertente musical adatto a tutte le età, che non si dimentica. I mille colori evocati dalla “strabiliante tunica” del titolo traboccano dai colorati costumi (su tutti la tunica “storica” realizzata da Rosanna Serra) che vedono il contributo di Francesco Curto, Mavi Bruni e Angelo Benvenuti, e dalla voce dei protagonisti tra i quali spicca Alessandra Prampolini che, nei panni di narratrice, guida magistralmente il pubblico nel dispiegarsi dell’avvincente storia. Le coreografie di Cecilia Bernazzoli e Alessandra Giavarini, sono a cura della coreografa associata Alice Monica, per gli oggetti di scena Kelly De Lisle e Patrizio Marchetti, mentre la vocal coach del cast (oltre una ventina di elementi) è Elisa Bocchia. Sul palco, diretti da Rita Terenziani, anche i Jo Kids, coro di voci bianche dell'associazione Legenda Musica di Traversetolo che affiancano gli attori in alcuni momenti corali, uniti per lanciare un messaggio intramontabile, basta crederci: “Ogni sogno un giorno diverrà realtà”. Per informazioni e biglietti: cell. 338 7798649.
Torna su
ParmaToday è in caricamento