Buongiorno Italia! Siamo Voi!: ecco il programma elettorale

Nessun politicante, nessun politico riciclato. Buongiorno Italia! Siamo Voi! è un partito fatto di persone consapevoli dei propri diritti che lottano affinché questi siano rispettati. Il nostro programma è fatto di linee guida semplici e chiare

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

BUONGIORNO ITALIA! SIAMO VOI!
PROGRAMMA ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2012

Nessun politicante, nessun politico riciclato. Buongiorno Italia! Siamo Voi! è un partito fatto di persone consapevoli dei propri diritti che lottano affinché questi siano rispettati. Il nostro programma è fatto di linee guida semplici e chiare, non intendiamo entrare nei dettagli prima di conoscere la reale situazione delle casse comunali. Situazione che potrebbe verosimilmente rivelarsi diversa da quella sbandierata sino ad oggi. Abbiamo già provveduto a chiedere il sequestro dei conti correnti del Comune alla Corte dei Conti affinché sia possibile controllare spese, consulenze e tassi di interesse applicati. Da tale verifica emergeranno eventuali irregolarità e sarà possibile capire quanto realmente costa far funzionare l’apparato comunale, al netto di sprechi e speculazioni.
-    PERIZIARE I CONTI CORRENTI DEL COMUNE: Il Comune di Parma ha contratto debiti enormi con gli istituti bancari. Gli interessi  pagati dal Municipio, ergo dai cittadini, per aver usufruito di questi prestiti potrebbero essere illegittimi. Nessuno li ha mai contestati, ma se i conti fossero periziati, si potrebbero ricalcolare gli interessi anatocistici (interessi sugli interessi) dimostrando che il saldo a debito del Comune puo’ variare in maniera rilevante a favore del Comune stesso. Buona parte delle centinaia di milioni di euro di debito potrebbe essere inesigibile. Qualora questo sospetto dovesse divenire una certezza sentenziata dalla magistratura, i fondi recuperati da un eventuale risarcimento danni da parte delle banche e dalla eventuale mancata corresponsione degli interessi illeciti verranno reinvestiti per alleggerire il carico contributivo dei cittadini. Durante l’intera legislatura verrebbero quindi abolite l’IMU, le rette delle strutture anziani e le rette degli asili a carico delle famiglie più indigenti.  

-    SPORTELLO BANCHE ED EQUITALIA: Per i cittadini e le aziende che abbiano problemi legati a pignoramenti e pagamenti insoluti nei confronti di banche, Equitalia e Parma Gestione Entrate, sarà istituito uno sportello ad hoc presso il quale sarà possibile raccogliere tutte le informazioni necessarie a periziare le proprie cartelle o c/c ed avviare eventuali ricorsi, accedere ai fondi antiusura, congelare i debiti non esigibili. Lo sportello sarà finanziato direttamente dal Sindaco che rinuncerà al proprio salario devolvendolo per intero allo sportello antiusura.

-    TRASPARENZA: Dai Portici del Grano deve essere fornito a tutti i cittadini che vogliano essere informati un rendiconto settimanale delle attività dell’amministrazione comunale. Tutto il denaro speso dal Comune, che è e deve continuare ad essere della collettività, deve essere documentato e presentato in forma chiara alla cittadinanza. I progetti in fase di approvazione devono essere divulgati pubblicamente affinché i cittadini possano essere tempestivamente informati delle trasformazioni strutturali ed infrastrutturali che avvengono in città. I consigli comunali, infine, dovranno essere fruibili on-line in streaming.   

-    SOCIALE: Gli anziani devono costituire una risorsa, non un problema ed i giovani devono poter godere di diverse opportunità di formazione e socializzazione. Partendo dall’infanzia proponiamo l’abbattimento dei costi delle rette degli asili per le famiglie meno abbienti ed un incremento del numero di posti disponibile nelle strutture pubbliche. Per gli adolescenti promuoviamo attività nei centri giovani per favorire la socializzazione e l’integrazione culturale, mentre per studenti, lavoratori, cassaintegrati e disoccupati pianificheremo programmi di formazione dedicata per favorire l’inserimento/reintegro nel mercato del lavoro. Gli anziani invece potranno essere coinvolti in diverse iniziative dalla cura del verde alla divulgazione di materiale informativo per non essere relegati alla solitudine o alle ‘case serene’. Infine per colmare il divario nell’accesso al web verrà implementato un sistema che consenta a tutti di utilizzare internet gratuitamente.

-    NO INCENERITORE: La letteratura scientifica si è spesa negli ultimi anni per dimostrare i rischi per la salute pubblica che comporta avere un termovalorizzatore sul territorio ed i dati demografici raccolti nelle zone in cui sono istallati questi impianti registrano picchi di malformazioni e leucemie infantili. La salute dei cittadini non è in vendita. I 100 milioni di euro, che sono stati stanziati per la costruzione del PAI, con il beneplacito della Provincia che ha assecondato in toto gli interessi di Enìa, devono essere investiti per potenziare la raccolta differenziata e creare un centro di smistamento dei rifiuti come quello già esistente a Vedelago in provincia di Treviso, dove la spazzatura stoccata, diventa una risorsa per chi intende riutilizzare le diverse materie prime risultanti dalla cernita. Con la raccolta porta a porta si potrà poi premiare i cittadini virtuosi applicando sconti sulla TARSU (tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani) a chi effettua la differenziata in maniera puntuale e diligente.

-    COMMERCIO: Se i centri commerciali hanno affossato i piccoli commercianti della città, la responsabilità è anche delle insane politiche dei trasporti adottate in questi anni. Con il potenziamento degli mezzi di trasporto pubblico dal bike sharing al filobus e l’abbattimento dei costi per l’utilizzo dei bus offrendo pacchetti convenienza per le famiglie con l’abolizione del biglietto per i bambini al di sotto dei 12 anni e prezzi calmierati per anziani, studenti e disoccupati si punta a riportare la gente per le strade dei quartieri, incentivando gli esercenti. Infine l’amministrazione comunale dovrà immediatamente spendersi per provvedere al pagamento delle aziende che hanno eseguito lavori per conto del Comune e fungere sempre da mediatore nei tavoli di trattativa delle aziende in crisi studiando formule di ammortizzatori sociali direttamente elargite dal municipio per tamponare le vertenze più gravi con elevato numero di licenziamenti e cassa integrazioni.

-    SICUREZZA: I militari impegnati nel pattugliamento della città saranno impiegati per ripulire il lungoparma e le zone più degradate della città, mentre il potenziamento dell’illuminazione e dei mezzi di trasporto pubblici notturni sull’intera area cittadina contribuiranno a rendere la città sicura.

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento