Sissa, incendio doloso alla cava sul Po: bruciati 3 mezzi di un'azienda

Nuovo attacco intimidatorio nel parmense. Dopo l'incendio di tre auto parcheggiate a Fidenza ieri notte ignoti hanno dato alle fiamme 3 mezzi utilizzati per i lavori in corso nelle cave di Torricella di Sissa

Nuovo attacco intimidatorio nel parmense. Dopo l'incendio di tre auto parcheggiate a Fidenza, sulla cui origine dolosa i carabinieri sono quasi certi, ieri notte ignoti hanno dato alle fiamme 3 mezzi utilizzati per i lavori in corso nelle cave di Torricella di Sissa. Secondo quanto riportato dai carabinieri i danni all'azienda sono di circa 200 mila euro. Ancora non si hanno certezze su chi possa aver dato vita dell'incendio doloso. Di pochi giorni fa la notizia del sequestro dell'agenzia immobiliare Berkeley Italia nell'ambito di un'operazione della Dia contro i casalesi.

PARMA, TERRENO FERTILE PER LE ESTORSIONI

INCENDIO ANCHE A REGGIOLO.  Nove autocarri sono stati bruciati nella notte a Reggiolo, paese della Bassa reggiana. I camion appartengono alla ditta di una famiglia originaria di Cutro (Catanzaro) che esegue trasporti di inerti. Quasi certa, secondo gli accertamenti di Carabinieri e Vigili del fuoco, l'origine dolosa del rogo, appiccato forse utilizzando del liquido infiammabile,

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I PRECEDENTI. Negli ultimi mesi nel territorio parmense abbiamo assistito ad azioni inquietanti, come la lettera di minacce con due proiettili al sindaco di Colorno, schieratosi contro le infiltrazioni dell' ndrangheta sul territorio della bassa. Poi l'incendio di 3 auto a Fidenza, senza nessuna ragione apparente. Ora un attacco notturno a un cantiere. Pratiche intimidatorie che si stanno intensificando anche sul nostro territorio. Del resto la mappa delle infiltrazioni delle varie mafie a Parma mostra un panorama inquietante, inimmaginabile solo fino a pochi anni fa.

IL CAPITANO SULPIZI: "ESCLUDIAMO OGNI LEGAME". "E' una cava di estrazione sabbie sul margine del Po regolarmente autorizzata dalla Provincia nel piano provinciale d'estrazione. Sono in corso le indagini, ma escludiamo ogni legame con le vicende di Colorno, dei casalesi e delle auto incendiate a Fidenza. Dobbiamo ancora capire la dinamica. Abbiamo ascoltato il proprietario del cantiere, ma ancora nessuno ha sporto denuncia perchè i mezzi erano stati noleggiati non erano della ditta quindi si deve capire chi dovrà agire per i dettagli tecnici legati alla polizza assicurativa dei mezzi. L'incendio è avvenuto presumibilmente nella notte, ma se ne sono resi conto solo al mattino. Resta ancora da capire se le fiamme sono scaturite da una causa accidentale o c'è dolo"

IL PENTITO CORTESE: "PARMA E' UN BANCOMAT"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento