Elezioni Comunali 2012

Agricoltura, Bernazzoli: “Settore strategico da salvaguardare"

"Meno burocrazia e valorizzazione dei prodotti locali”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

“Quello dell’agricoltura è un settore strategico da salvaguardare: bisogna snellire la burocrazia e valorizzare i prodotti locali”. Il candidato sindaco Vincenzo Bernazzoli sottolinea il valore del settore agricoltura nel nostro territorio e lancia alcune proposte per sostenerlo in questo momento difficile. “Questo importante presidio economico – spiega  il candidato – deve essere sostenuto da una serie di iniziative e progetti che gli permettano di superare nel migliore dei modi l’attuale crisi economica. Con la disoccupazione esistente, l'economia agricola può e deve essere messa in condizione di offrire importanti opportunità.

In primis è fondamentale alleggerire la burocrazia sulle imprese agricole, per metterle in condizione di produrre meglio e a prezzi più convenienti. Parma è inoltre la capitale della Food Valley, deve quindi impegnarsi a tutelare e valorizzare i prodotti Dop e Igp, favorendo lo sviluppo, tra le altre cose, della filiera corta e dei mercati a km zero”.

Salvare il Consorzio Agrario e lavorare con le Associazioni di categoria
“Bisogna salvare il Consorzio Agrario – rimarca Bernazzoli –per questo sono a pronto a mettermi a disposizione delle associazioni di categoria per lavorare insieme a loro, così come ha fatto la Provincia nel caso dell'Associazione provinciale allevatori.  Mi impegnerò inoltre a favorire l’unione del mondo agricolo, lavorando per attrarre risorse da destinare all’ammodernamento e la riorganizzazione delle filiere agro-alimentari, promuovendo con forza l’imprenditoria giovanile”.

Salvaguardia del suolo agricolo
“Le politiche urbanistiche del Comune – sottolinea Bernazzoli – dovranno puntare fortemente sul riuso degli spazi e sulla valorizzazione del paesaggio, salvaguardando il suolo agricolo; una risorsa che per Parma ha un alto valore strategico, in quanto base del radicamento del settore agroalimentare. A tal proposito, la Provincia ha previsto nel Piano territoriale di coordinamento provinciale, che il rapporto tra suolo urbanizzato ed estensione territoriale dei Comuni non superi il 10%”.

Agroalimentare: eccellenza sui cui puntare con forza
Mancano ormai pochi giorni a Cibus, vetrina internazionale dell’agroalimentare. “In questo settore Parma ha raggiunto livelli di eccellenza riconosciuti in tutto il mondo – spiega il candidato -  ma bisogna promuovere ulteriormente il legame tra territorio, cibo e ambiente. Esistono esperienze di avanguardia nel campo della ricerca, che vanno valorizzate ulteriormente garantendone la diffusione sull’intero sistema produttivo. L’Università  deve specializzarsi sui settori in cui Parma eccelle, valorizzando il rapporto con la città e promuovendo  le attività di ricerca svolte dal Tecnopolo”.

Promozione dei prodotti del nostro territorio
“Ci sono infine mercati come quello di via Imbriani che non devono chiudere, ma vanno potenziati perché rappresentano un modo concreto per promuovere i prodotti di casa nostra. Lo sviluppo della filiera corta, dei prodotti a km zero, sarà un obiettivo dell’azione di governo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura, Bernazzoli: “Settore strategico da salvaguardare"

ParmaToday è in caricamento