Colorno, proiettili al sindaco. Domenica flash mob di Libera

L'associazione contro le mafie scenderà in piazza domenica a Colorno in solidarietà alla prima cittadina Michela Canova e al Comune 'virtuoso', primo obiettivo della criminalità organizzata della Bassa parmense

Minacce mafiose al sindaco di Colorno. Libera Parma scende in piazza in solidarietà alla prima cittadina Michela Canova, che nei giorni scorsi ha ricevuto una busta contenente 2 proiettili e minacce da parte di ignoti. Il sindaco, qualche giorno fa, si è detto sereno. I carabinieri stanno indagando ma la pista più probabile sembra essere quella della criminalità organizzata che, nella Bassa parmense, è da anni presente con diverse infiltrazioni nel settore dell'edilizia.

Così il Comune 'virtuoso' Colorno è il primo ad essere attaccato. Domenica 21 ottobre alle ore 11 gli attivisti dell'associazione contro le mafie daranno vita ad un flash mob contro le intimidazioni. "Diciamo no alle intimidazioni che ha subito Colorno nei giorni scorsi, dobbiamo essere in tanti". E così la provincia di Parma sarà luogo forse del primo sit di cittadini contro la mafia. Un appuntamento importante per tutti: istituzioni e cittadini.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente a Castione Marchesi: muore un bimbo di tre anni

  • Aeroporto, gli industriali ci mettono 8.5 milioni di euro: ecco i nuovi voli

  • "La Pianura Padana è una camera a gas"

  • Morte del piccolo Aurelio: "Il quartiere è dilaniato dal dolore e si stringe intorno ai genitori"

  • Trova una ladra in camera da letto, la blocca e la fa arrestare: 26enne serba in carcere

  • Aeroporto, il presidente di Sogeap: "Ecco quali saranno le nuove tratte"

Torna su
ParmaToday è in caricamento