menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il cantiere del primo lotto della Tibre a Ronco Campo Canneto - foto: Christian Donelli/ParmaToday

Il cantiere del primo lotto della Tibre a Ronco Campo Canneto - foto: Christian Donelli/ParmaToday

Tirreno-Brennero, cantiere al via a marzo? Vacchelli: 'La partita è ancora aperta'

I lavori per il primo lotto, che prevedono la realizzazione di 9 chilometri tra Pontetaro e Trecasali al costo di 512 milioni di euro, dovrebbero partire a marzo. Per la Regione Emilia-Romagna il secondo lotto è di priorità 2 ma le altre Regioni non sono d'accordo. A breve il via libera dal Ministero dell'Ambiente

Sono ancora indiscrezioni ma per l'avvio dell'opera autostradale Tirreno-Brennero, almeno per il primo lotto di lavori che prevedono la realizzazione di 9 chilometri di autostrada che verranno realizzati da Pontetaro a Trecasali, tanto contestata dai cittadini, da alcuni sindaci e dai Comitato e le associazioni ambientaliste che da anni si oppongono al progetto potrebbe essere questione di qualche settimana.

Abbiamo contattato Cesare Vacchelli, esponente del movimento che si batte da anni contro la Tirreno-Brennero autostradale: "Noi del procedimento in corso eravamo a conoscenza, sono in corso la verifica dell'attuazione delle prescrizioni e l'esame della variante del primo lotto. I due procedimenti devono confluire nell'approvazione del progetto esecutivo. Di questi annunci nel tempo ne abbiamo visti a decine, la partita anche sul piano formale è ancora aperta. Non c'è ancora una decisione finale e i giochi sono ancora aperti. Pensiamo che il titolo sia stato fatto ad arte per togliere significato all'iniziativa che abbiamo proposto il 25 gennaio. Questo tentativo è fallito e ci dà più energia. Non è del tutto scontato che questo primo lotto veda la luce; non sottovalutiamo il pericolo e infatti abbiamo promosso l'incontro del 25 dove vogliamo presentare l'alternativa, ovvero la Tibre ferroviaria e ciclabile. Da lì riprenderà vigore la nostra iniziativa, anche per contrastare l'avvio del primo lotto. Nessuno vuole dare spazio alle nostre proposte, mi riferisco al boicottaggio all'Assemblea dei sindaci e il Ministro Delrio che non ha ancora risposto alla nostra richiesta di incontro. Queste sono le uniche percorribili in linea con la gravità della situazione climatica'. 

Dopo l'approvazione del progetto esecutivo, ancora non approvato ma che dovrebbe passare al vaglio del Ministero dell'Ambiente a giorni il cantiere potrebbe essere attivato a partire dal mese di marzo. Il secondo lotto dei lavori è stato classificato con priorità 2 dalla Regione Emilia-Romagna e non è entrato quindi nell'elenco delle opere strategiche ma le altre Regioni coinvolte nel progetto hanno invece chiesto di farlo rientrare in priorità 1. Nelle prossime settimanae staremo a vedere se il secondo lotto della Tibre entrerà nell'elenco delle opere strategiche del Ministero, quello che davvero conta per dare il via libera alla realizzazione della mega opera da 512 milioni di euro, un costo tra i più alti sul territorio nazionale per la realizzazione dell'autostrada.

Il corteo dell'11 aprile 2015 - foto Christian Donelli/ParmaToday

corteotibre-3

L'OPERA E LE PROTESTE DEI COMITATI - La nostra prima inchiesta sulla Tirreno-Brennero risale al luglio 2013 e si intitolava 'Viaggio-inchiesta nei luoghi che saranno cancellati dal cemento'Documenti, foto e testimonianze dell'opposizione alla Tirreno-Brennero autostradale da parte del Comitato di Trecasali, di Legambiente, del Wwf, della Lipu e di altre associazioni che diedero vita, l'11 aprile 2015  alla prima marcia contro la Tirreno-Brennero che vide la partecipazione di 600 persone a Trecasali, nella zona del cantiere.

Per approfondimenti potete leggere tutti i nostri articoli sulla TIbre

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento